arredamento cucine busto arsizio

 

 

 

 

 

 

                 ARREDAMENTO  CUCINE  BUSTO  ARSIZIO

  arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio     arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio 

            GUIDA ALLA SCELTA DELLA CUCINA PER LA VOSTRA CASA

 

arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio

ARMONY: UNA SINFONIA TUTTA ITALIANA

Arredamento cucine busto arsizio, è il piacere di una cucina disegnata per accogliere emozioni, generare benessere e durare nel tempo. Spazi funzionali e socialità domestica sono al centro della progettualità Armony. La ricerca formale interpreta gli stili di vita contemporanei per esprimere in ogni modello la bellezza della cucina italiana: comfort, dinamismo e libertà di movimento. Con più di 200 finiture, selezionate per personalizzare la tua cucina.

CURA DEL DETTAGLIO E DELLA PERSONALITÀ

L’assoluta personalizzazione è lo spirito della modernità e si traduce in una progettualità flessibile dove ogni esigenza trova la sua libera espressione. Ricerca ed innovazione danno vita ad un campionario da oltre duecento diverse finiture: un’ armonia di materiali esclusivi che donano gioia alla vista e soddisfanno il tatto.

La cucina è il vero cuore della casa; nel mondo contadino era la stanza nella quale si trascorreva gran parte del tempo conviviale, dove la donna dedicava il suo amore e la sua passione alla preparazione del cibo per i propri cari e per la sua famiglia.

Ovvio che al momento di acquistare i nostri sforzi siano volti a trovare la migliore cucina possibile, ma soprattutto la più adatta alle nostre esigenze. Ed è infatti la cucina l’ambiente più vissuto della casa, di conseguenza i suoi mobili sono quelli più soggetti a usura e sollecitazioni varie. Senza contare la presenza di fumi, vapori e umidità tipici di questo locale.

Certo, oggi gli usi sono cambiati, il tempo che la donna riesce a ritagliare dal lavoro e dagli impegni è sempre meno, spesso è l’uomo a cucinare, ma la cucina resta uno dei luoghi cardine della casa, ed è bene dedicare molta cura e passione nella scelta dei mobili e nella sua creazione come sincero spazio personale e ambiente accogliente e comodo da vivere tutti i giorni.

L’acquisto di cucine moderne deve essere preceduto da una ponderata valutazione delle loro principali caratteristiche. La qualità dei materiali deve essere quindi la prima discriminante a cui fare attenzione.

Produrre è responsabilità. Armony utilizza pannelli ecologici certificati CARB2 e quindi conformi ai più ristretti limiti di emissione di formaldeide nell’aria. Armony investe nello sviluppo di processi di laccatura ad acqua, tutta la gamma di laccati opachi è ora prodotta con l’utilizzo di vernici idrosolubili e quindi senza l’utilizzo di solventi e materiali acrilici.

La cucina dialoga visivamente con lo spazio circostante e comunica con noi attraverso la sua specificità, da qui la priorità che da sempre diamo ai materiali utilizzati per la realizzazione e la finitura delle nostre cucine.

Scopri la ricca collezione delle cucine Armony nel sito:      www.armonycucine.it

E’ possibile visionare le varie collezioni  di Armony cucine all’interno del sito internet , così da potersi rendere conto di quale sia il filo conduttore della progettazione Armony.

UNO SPAZIO PER CONDIVIDERE LE EMOZIONI

La cucina nel cuore. Cucinare, raccontarsi, star bene assieme.

La cucina non è solo il centro della casa, ma anche quello dell’affettività, della famiglia e dell’identità. La cucina è nel cuore di ognuno di noi.

Una cucina così nasce dal pensiero creativo di designer attenti agli stili di vita e al valore emozionale delle forme funzionali, e cresce con la scelta accurata dei materiali certificati prodotti in modo ecosostenibile.

C’è un dialogo costante tra Armony, i rivenditori che la propongono e le persone che la scelgono, uno scambio d’idee che è la linfa vitale di ogni nostro progetto. Una cucina che cresce nel cuore della gente, nasce dal cuore di chi la crea.

Armony è sempre alla ricerca di soluzioni tecniche innovative, volte a migliorare l’esperienza d’uso di ogni cucina, esaltando la bellezza di tutti i suoi elementi. Non solo accessori volti a migliorare l’utilità di una cucina, ma veri e propri elementi distintivi che permettono di rendere unico ogni progetto, alla ricerca dell’interazione perfetta tra le parti che compongono una cucina.

Armony ha lavorato su una gamma di elementi che ampliano le prestazioni della cucina e che offrono idee per renderla ancora più unica.

Gli accessori interni permettono di usufruire in modo creativo di tutto lo spazio disponibile, gli accessori per cucina di personalizzarla e sostenere tutte le attività che vengono svolte.

Cucine Armony: qualità e tecnologia

Le collezioni Armony Cucine si distinguono per un minimalismo marcato, e per la ricerca di forme pure e mai contaminate. Il tratto stilistico comune a tutte le creazioni Armony, si trova nell’introduzione di snelle penisole, dedicate sia al consumo dei pasti che alla preparazione dei cibi.

Le penisole rappresentano l’elemento comune delle collezioni Armony, cucine che arricchiscono con stile immediatamente riconoscibile le proposte d’arredo. Ogni elemento componibile presenta un respiro ampio e una volontà di definire gli spazi con sobria eleganza.

Questa volontà viene raggiunta attraverso la mancanza di intarsi e di decori, ma contando sulla semplice forma del mobilio e delle sezioni che lo completano.
Le angolature delle cucine Armony sono squadrate e figlie di una geometria purista, in quanto definiscono cucine dal sapore moderno e votato a sottolineare l’anima contemporanea dell’elemento.

Le finiture proposte da Armony cucine

Le cucine Armony mantengono intatta la natura lignea dell’elemento, le finiture si fanno leggere e lasciano intravedere le piacevoli venature, preferendo tipologie dai colori chiari e dalla consistenza leggera.

Le finiture di Armony cucine virano ad uno stile più contemporaneo, esse si adeguano ai trend più risoluti con raffinata eleganza, presentando laccature che amano il bianco ottico e i verdi acidi, lasciando spazio all’inserimento di dettagli metallici carismatici, ma ricchi di innata purezza.

Il risultato si rispecchia nella composizione di cucine Armony perfettamente equilibrate, dove nessun elemento viene lasciato al caso ma dove l’insieme respira una spiccata eleganza.

In alcuni casi le cucine Armony scavalcano lo stile contemporaneo e propongono un’estetica futuristica, creata attraverso laccature estreme e con l’aggiunta di angolo rotondi dal sapore ’70.

In queste creazioni spicca un design che si ispira ad un look ‘spaziale’ ma che non dimentica mai di porsi al totale servizio dell’arte del cucinare.

Design e funzionalità per le cucine Armony

Gli ambienti generati da Armony Cucine si propongono spaziosi per loro natura, perfetti per accogliere un grande numero di persone e per favorire ogni azione legata allea preparazione e alla cottura degli alimenti.

La fusione tra design, estetica e funzionalità si propone quindi come il punto di forza del marchio Armony e come un tratto che ne decreta il successo, qualsiasi sia l’ambierte di inserimento.

Le diverse configurazioni di Armony cucine che possono essere aggiunte in un secondo momento donano una libertà di composizione assoluta, che parte da una base comune per rendere le cucine Armony personalizzate e abili nel rispondere alle esigenze personali degli abitanti.

Identifica il giusto layout

Ma da dove cominciare? La forma o layout da dare alla cucina è la prima scelta da fare. Anche se abbiamo in mente una disposizione di cucina preferito, dobbiamo sempre iniziare considerando la forma e le dimensioni della stanza per decidere quale sia la migliore disposizione dei mobili e non viceversa.

Noi offriamo un servizio professionale gratuito, cioè mettiamo a disposizione tecnici specializzati che verranno a casa vostra per un serio sopraluogo che comprende rilievi, e misure, elettriche ed idrauliche ed eventuali altre problematiche.

A voi non rimarrà che affidarvi ai nostri tecnici, che vi accompagneranno nella scelta aiutandovi e consigliandovi a trovare la cucina migliore per voi, con equilibrio tra estetica e praticità.

Quando si tratta di progettare una cucina le scelte da fare sono molte, il design, gli elettrodomestici, i materiali, la dispensa, il piano di lavoro e così via.

Le nostre abitudini dovrebbero esserci d’aiuto quando acquistiamo una nuova cucina. 

La prima cosa da fare è pensare a come la usiamo, se solo per cucinare, o anche per intrattenere gli ospiti e se per noi l’estetica è più importante della praticità.

Le abitudini delle persone che utilizzeranno la cucina avranno un grande impatto su come progettarla e faranno una grande differenza una volta completata. Quindi, pensa attentamente a come passi il tuo tempo in questo locale, questo sarà il punto di partenza del tuo progetto.

Disposizioni della cucina moderna

Dopo aver elencato e descritto tutte le possibili disposizioni di cucina moderna, possiamo voltare pagina e prendere in considerazione altri fattori importanti che incidono sull’identità della cucina.

Se ogni disposizione determina caratteristiche ben precise di estetica e funzionalità, altrettanto importante è la scelta delle finiture per definire lo stile e il carattere della cucina.

Infiniti abbinamenti resi possibili dal vasto catalogo di finiture messo a disposizione, moltissime finiture composte dall’essenza legno, i colorati in versione lucido oppure opaco, il materico in spatolato o vetro.

Personalizza la tua cucina e rendila unica attraverso affascinanti accostamenti. Scegli se dare continuità allo stile della tua casa o lasciarti affascinare dalla vivacità di contrasti forti.

Le nostre cucine hanno anche un altro valore aggiunto. La loro bellezza, impreziosita dalla presenza di soluzioni all’avanguardia, si sposa con una perfetta efficienza.

L’estetica deve sempre essere in funzione della praticità d’uso. Non basta che una cucina sia solo bella: deve permettere a chi ne fruirà di muoversi al suo interno con perfetta naturalezza, trovando ogni cosa al suo posto e avendo la massima praticità di utilizzo.

Un interior designer dunque non si limita solo a prendere le misure, a studiare gli spazi e di conseguenza le soluzioni più calzanti per riempirli: per prima cosa studia il suo committente, cerca di capire di cosa ha davvero bisogno, e infine elabora un progetto che si adatti perfettamente sia alla casa, sia a coloro che vi abiteranno.

La cucina lineare

Una cucina lineare è una scelta obbligata quando lo spazio è limitato.

In questo caso una cucina in appoggio su un’unica parete permette di risparmiare spazio, lasciando libere le altre pareti per diversi utilizzi.

Una progettazione accurata consente alla cucina lineare di godere della massima praticità, spostandoti velocemente durante tutte le operazioni che vi troverete a svolgere in cucina. Per contro è possibile soffrire di un piano lavoro limitato, ma se le dimensioni del locale lo permettono, sarà possibile ricavare un’utile piano d’appoggio nelle vicinanze.

La cucina ad angolo   

Se la stanza presenta due pareti ad angolo libere, le cucine angolari rappresentano una valida soluzione per ottimizzare nel migliore dei modi gli spazi.

Una cucina ad angolo può agevolare il collegamento di allacciamenti idraulici ed elettrici esistenti e, se di grandi dimensioni, può favorire l’inserimento di un tavolo in prossimità dei mobili, così da progettare una stanza completa per cucinare e consumare i pasti.

Una cucina ad angolo permette di sfruttare anche le metrature più contenute, soprattutto nel caso in cui un lato della cucina termina con penisola, prolungandosi con basi contenitore e zona snack, piuttosto che un vero e proprio tavolo completo di sedie.

La cucina con penisola

Le cucine con penisola sono la soluzione ideale per ambienti open space che combinano soggiorno e cucina in un unico locale.

La penisola può essere progettata per essere un bancone che si apre alla zona pranzo oppure un elemento di separazione.

Gli utilizzi della penisola sono molteplici, da una valida zona snack/colazione, ad un ampio piano lavoro, piuttosto che un’area di ricevimento per l’aperitivo con gli amici!

La cucina ad isola

La cucina a isola è una soluzione di grande tendenza e di notevole impatto estetico, ma non è adatta a tutti i locali.

La dimensione della stanza deve infatti permettere di muoversi comodamente in cucina, per questo motivo tra l’isola e i mobili a parete servono almeno 90-100 cm.

Una cucina a isola offre superfici di lavoro aggiuntive e può anche includere una zona snack/colazione, prese elettrificate e accessori, piuttosto che elettrodomestici di ultima generazione o un’elegante lavello integrato.

L’isola può anche delineare la zona cucina senza interromperla, un vantaggio se ti piace socializzare con gli ospiti mentre cucini.

Quando si tratta della parte funzionale della stanza, una buona disposizione sfrutterà al massimo lo spazio disponibile e manterrà tutto ben organizzato.

Inoltre nel progettare una cucina funzionale è buona norma tenere lontani ospiti e bambini da punti pericolosi come il piano cottura o i forni, in modo che si dirigano naturalmente verso un’area di facile utilizzo, come un frigorifero per bevande o un’area ricezione.

Un metodo sempre utile è quello di applicare la “regola del triangolo di lavoro”. Si tratta di un concetto che consente di ridurre al minimo lo sforzo e la distanza percorribile tra i tre elementi principali della cucina: lavello, frigorifero e piano cottura. Installali in un’area che formerà un triangolo immaginario, posizionandoli sui tre punti del triangolo, il progettista cercherà di mantenerli a distanza ravvicinata.

Anche se questa regola è sempre utile, al giorno d’oggi, con il diverso e più ampio uso della cucina che non è considerato solo per cucinare, puoi valutare di creare diverse aree di lavoro. Includeranno, ad esempio, tutto il necessario per cucinare, preparare la colazione, svuotare la lavastoviglie e rendere l’esperienza più pratica.

Il frigorifero e il lavandino devono essere collegati, ma la sezione di cottura può essere un pò più isolata, oppure anche indipendente.

Importanza del brand

Armony Cucine nasce nel 1976, dall’immaginazione e dall’entusiasmo proprio di chi ogni giorno respira la cultura del mobile di qualità. Negli impianti di Caneva (PN) e di Mansuè (TV), da sempre ritenuti distretti produttivi d’eccellenza del nord est d’Italia.

Nostri tecnici specializzati controllano la produzione dall’inizio alla fine, con macchinari tecnologici  di ultima generazione, sempre aggiornati.

Armony : incarna l’idea di una cucina artigianale che è diventata ben presto un marchio di successo.      Il cuore del design di Armony: estetica, eleganza ed esperienza, sono sinonimi di prodotti affidabili e di alta qualità, e nuove immagini per cucine future, ma restando un testimone ancora consapevole delle tradizioni passate.

Un’azienda che ha saputo fare dell’attenzione alla qualità ed al design il suo punto di forza affermandosi tra i leader del mercato del lusso. In Armony le cucine prendono forma attraverso lavorazioni manuali, ogni progetto è unico nel suo genere, la realizzazione è infatti esclusiva e personalizzata.

L’evoluzione del brand Armony segue costantemente un filo rosso basato sulla qualità e sulla scelta di materie prime dall’eccellenza assoluta. Questi tratti si scoprono nella creazione di elementi componibili e modulabili secondo le esigenze della clientela.

Rigore, forza ed estetica rappresentano i tre pilastri delle cucine Armony, un universo attento alle nuove tendenze del design e pronto a reinventarsi in nome dell’originalità e della ricerca di un’estetica assoluta.

Sappiamo perfettamente che tra i produttori di cucine ci dobbiamo confrontare con brands molto famosi. Ma non sempre un brand famoso può soddisfare compiutamente le aspettative del cliente.

E non sempre dal brend famoso si riescie ad ottenere la stessa qualità allo stesso prezzo.

Nel settore cucine, il brand è forse meno importante che in altri settori, in altre parole non è uno status symbol da mostrare agli altri, come ad esempio l’auto di lusso, oppure nella moda dove contano le firme.

A determinare che Armony qualitativamente ” è una delle migliori marche per l’arredamento delle cucine, interviene come è facile immaginare un’associazione di diversi fattori, quindi poi una attenta valutazione nella scelta dei materiali, dei sistemi costruttivi, delle tecnologie e del design.

Per Armony è importante che l’insieme delle proprie caratteristiche intrinseche, soddisfano i requisiti sulla base delle aspettative del cliente.

Molti elementi distintivi si possono mettere in relazione con la cucina, l’importante è la qualità di base, poi entrano in gioco diversi fattori che determinano il costo. Le dimensioni, i materiali e gli accessori.

Visto che abbiamo toccato appunto l’argomento costi, vorremmo parlare anche di chi si fà attirare da sconti molto alti, che spesso si trovano pubblicizzati su alcuni siti di cucine. Questi sconti fuori mercato solitamente non sono altro che specchietti per le allodole. 

La pubblicità di sconti molto alti può essere considerata come lo“specchietto per le allodole”        Specchietto per le allodole è un’espressione che, in senso figurato, indica atteggiamenti, azioni, comportamenti che hanno lo scopo di attirare e lusingare, per poi ingannare, le persone più ingenue, sprovvedute; ha quindi il significato di attrattiva lusinghiera, ma sostanzialmente ingannevole.              Non è forse vero che molte gente considera solo l’ampiezza dello sconto ottenuto?

 

 

 

arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio

   arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio 

      ARREDAMENTO CUCINE BUSTO ARSIZIO

   arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio       arredamento cucina busto arsizio 

arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio

 

Scegliere il giusto piano di lavoro: 

Una delle cose con cui si interagisce di più durante la vita di una cucina sono senza dubbio i piani di lavoro. Bisogna quindi stare molto attenti nella scelta del materiale.

La costante ricerca svolta da Armony sui materiali ha permesso negli anni di stringere rapporti molto stretti con diverse aziende per offrire una gamma esclusiva di materiali tecnologici garantendo altissima longevità e resistenza.

Il piano di lavoro è uno dei componenti fondamentali di una cucina e, probabilmente, quello con maggiore rischio di logoramento.

Durante la scelta ricordati sempre che verrà costantemente sottoposto a sollecitazioni.

Ad esempio, verrà spesso a contatto con numerosi agenti corrosivi, basti pensare all’aceto o al semplice sale, con le lame dei coltelli e con le alte temperature che potrebbero danneggiarlo velocemente.

Che sia per l’acquisto di una nuova cucina o per un semplice restyling, la scelta di un piano cucina va valutata con particolare attenzione.

I materiali disponibili sono molteplici, c’è l’imbarazzo della scelta!

Legno, marmo, agglomerati, acciaio e persino cemento; valutiamo insieme i più usati per scoprire qual è il più adatto alle nostre esigenze.

Il Marmo

Marmo, granito e pietre naturali, solidi e senza tempo, sono materiali unici, resistenti e duraturi che conferiscono alla cucina un’estetica elegante e di pregio.

Si tratta di materiali resistenti alle sollecitazioni continue e con un’ottima resistenza al calore.

La varietà cromatica è veramente ampia, ogni lastra è unica e irripetibile, un materiale che si abbina molto bene con arredi in legno, creando ambienti di grande suggestione e naturalezza.

Un top in marmo è una scelta impegnativa ma in grado di valorizzare in modo unico la vostra cucina.

Lavorazioni sempre più innovative permettono oggi di realizzare numerose personalizzazioni, come lavelli estremamente materici integrati con il piano cucina, piani cottura a filo top, bruciatori a gas posati direttamente sul piano lavoro, lavorazioni a controllo numerico così particolari da essere una vera e propria estasi per architetti e interior designer!

Sfatiamo inoltre il mito che vede il piano in marmo come delicato.

Oggi questi materiali possono essere sottoposti a processi di lavorazioni che li proteggono da qualsiasi danno da parte di acidi, grassi e coloranti, preservando la loro integrità ed estetica nel tempo!

Manutenzione: puoi pulirlo con un panno umido e detersivo neutro. Evitare spugne abrasive e pagliette metalliche, prodotti contenenti creme abrasive o detersivi in polvere.

Il Legno

Il legno massiccio è un materiale dalle straordinarie caratteristiche di resistenza e durata, che anche in cucina è capace di adattarsi alle sollecitazioni continue e intense della preparazione dei cibi.

Un piano cucina in legno massiccio è un’ottima scelta dal punto di vista ecologico, inoltre, come per i marmi, si tratta di un materiale naturale unico, e quindi ogni elemento non sarà mai uguale ad un altro.

Rispetto ad altri materiali è indubbiamente più delicato e quindi più soggetto a graffi, scalfitture o bruciature e se non opportunamente verniciato può macchiarsi e rovinarsi.

Per contro eventuali danni superficiali potranno essere sistemati dal vostro falegname di fiducia.

Il piano in legno può anche essere realizzato con altri materiali come i pannelli in listellare (diverse sezioni di legno assemblate tra di loro) poi rivestiti con un sottile strato dell’essenza lignea desiderata, una soluzione solitamente utilizzata nelle cucine in stile moderno, di design o minimale.

Tutto considerato il legno resta comunque una scelta intramontabile, ha la capacità di caratterizzare gli spazi, rendendoli immediatamente familiari ed accoglienti, credano un’atmosfera unica nel suo insieme.

Manutenzione: se verniciato, puoi pulirlo con un panno umido e detersivo neutro non abrasivo. Evita pagliette metalliche, detersivi acidi aggressivi, o detergenti.

Il Laminato

Indubbiamente tra i materiali più utilizzati nei piani cucina, il laminato è formato con un pannello di particelle di legno (truciolare) rivestito da un composto a strati di carte impregnate di resine termoindurenti, il laminato precisamente.

Questo materiale unisce un ottimo prezzo a interessanti caratteristiche estetiche e funzionali.

Il piano cucina in laminato ha una ottima resistenza agli urti, graffi e abrasioni, per di più offre un’ampia gamma di colori e finiture.

Si tratta di un prodotto molto versatile, può infatti imitare molti materiali come il legno, il marmo, la pietra, inoltre risulta un materiale idrorepellente e facile da pulire.

Uno svantaggio del piano cucina in laminato è la sua scarsa resistenza al calore: infatti, si consiglia caldamente l’utilizzo di un sotto-pentola nel caso si debbano appoggiare dei contenitori a una temperatura molto elevata. Inoltre, è impossibile inserire lavelli sotto top.

Disponibile in diversi spessori (2-4-6 cm) il piano in laminato può avere un bordo squadrato oppure post-formato (stondato sul bordo anteriore).

Di ultima generazione i top realizzati interamente in laminato HPL stratificato, rinforzato con multistrato di pioppo. Queste lavorazioni permettono di realizzare piani di forte spessore (da 20 mm a 160 mm) con smussature sul bordo e giunture a 45°.

I top in HPL permettono l’applicazione di vasche lavello integrate squadrate di varie misure, nella stessa finitura scelta per il piano.

Manutenzione: puoi usare detersivo neutro liquido diluito in acqua o concentrato se la superficie è particolarmente sporca. Evita pagliette metalliche, detersivi acidi, o detergenti.

Il Fenix

Fenix, materiale tecnologico, innovativo e di design.

Spicca per le caratteristiche tecniche ed estetiche delle sue superfici, ottenute con l’impiego di nanotecnologie e trattate con resine termoplastiche di ultima generazione.

È proprio questa innovativa tecnologia a donare una piacevole e particolare sensazione di morbidezza al tatto oltre ad essere un materiale impermeabile, igienico, con proprietà antimuffa e facile da pulire.

Con una buona resistenza all’usura, il Fenix può essere facilmente riparato da micro-graffi attraverso l’esposizione al calore; sarà infatti sufficiente passare la zona danneggiata con un ferro da stiro su un panno per ripararlo!

Queste peculiarità, insieme a una vasta gamma cromatica, posizionano il Fenix come uno dei piani cucina più affascinanti, ideale per esaltare la tua cucina.

Manutenzione: È sufficiente usare con regolarità un panno inumidito in acqua calda con o senza l’aggiunta di detergenti, sapendo comunque che possono essere utilizzati tutti i normali prodotti detergenti o disinfettanti domestici.

Anche in questo caso evitare spugne abrasive e pagliette metalliche, prodotti contenenti creme abrasive o detersivi in polvere.

Il Quarzo

Una valida alternativa è rappresentata dal top in Quarzo.

In realtà si tratta di un agglomerato di Quarzo: un materiale composto per circa il 95% da quarzo e per il restante 5% da resine che ne aumentano la naturale impermeabilità.

Tipologia di piano molto richiesta, soprattutto per le sue caratteristiche di resistenza all’abrasione e all’attacco di agenti chimici.

Materiale assolutamente liscio che lo rende impermeabile e quindi particolarmente igienico, il top per cucine in Quarzo si contraddistingue per la sua vasta gamma di colori e imitazioni di materiali naturali come marmo e granito.

Con questa tipologia di materiale è buona norma evitare di appoggiare contenitori roventi direttamente sul piano della cucina che potrebbero causare uno shock termico delle resine generando macchie o crepe.

Un consiglio utile è la scelta di preferire lavelli sotto-top in acciaio inox che abbina un sicuro risultato estetico con un prezzo più conveniente rispetto a soluzioni con lavello integrato in Quarzo.

Manutenzione: puoi pulire la quarzite con detergenti privi di candeggina non abrasivi.

Il Gres porcellanato

Si tratta di un materiale dalle alte prestazioni ed estremamente resistente, impiegato non solo per le superfici orizzontali dei piani di lavoro, ma anche per le ante, grazie ad uno spessore sottile dei pannelli, che consentono alle ante in gres di essere leggere e robuste.

Il piano di lavoro in gres è composto da lamine di materiale ceramico incollate su un supporto in multistrati per mezzo di resine epossidiche.

Una caratteristica di questo materiale, oggi fornito in lastre di grandi dimensioni, è la possibilità di realizzare piani cucina senza fughe evitando giunture dove si possa annidare lo sporco.

Le qualità più importanti del gres porcellanato sono la compattezza, l’ottima resistenza alle macchie, muffe e batteri, che non riescono a penetrare la superficie, l’elevata resistenza ad urti e graffi, l’inassorbenza, l’inalterabilità al calore (fino a 210 °C), l’ottima resistenza alla corrosione da parte degli acidi e la facilità della pulizia.

Manutenzione: Pratico e semplice da pulire con un panno umido e un detergente neutro.

Acciaio Inox

L’acciaio inox è uno dei materiali più validi per realizzare un top cucina, igienico e atossico, non altera le qualità organolettiche dei cibi con cui entra in contatto.

Il piano lavoro in acciaio inox è resistente al calore, agli urti e alle macchie e offre il vantaggio di poter integrare lavello e piano cottura in maniera continua alla superficie del top mediante saldatura che non lascia punti di giunzione visibili dove lo sporco può essere trattenuto e dove i batteri possono proliferare.

Estremamente durevole, il piano in acciaio inox viene utilizzato nelle cucine professionali e nella ristorazione.

Per contro i piani in acciaio sono piuttosto costosi, soprattutto se integrati con il piano cottura e il lavello.

Le finiture a specchio sono molto delicate e poco resistenti alle impronte e a i graffi, inoltre il calcare contenuto nell’acqua li macchia se non asciugati perfettamente e quindi la loro pulizia può risultare laboriosa.

Manutenzione: È delicato e richiede una pulizia scrupolosa con particolari prodotti per evitare che restino impronte e strisce.

IL Krion

È un materiale caldo al tatto e simile alla pietra naturale. Questo materiale è composto da due terzi di minerali naturali (ATH:  alluminio triidrato) e da una piccola percentuale di resine ad alta resistenza. 

Tale composizione conferisce al krion alcune particolarità esclusive: assenza di pori, proprietà antibatteriche senza alcun tipo di additivo, durezza, resistenza, durevolezza, manutenzione ridotta, nonché riparazione e pulizia agevoli. 

Data l’analogia con la lavorazione del legno, le lastre possono essere tagliate, unite o sottoposte a termoformatura per ottenerne pezzi ricurvi. Questo materiale è altresì utilizzabile nel sistema produttivo, mediante iniezione, per dare vita a forme e progetti inattuabili con altri materiali. 

È possibile creare spazi senza giunti, il che impedisce l’assorbimento di liquidi e ne agevola la pulizia e la manutenzione. 

Questo materiale, che eccelle rispetto ad altri analoghi, è disponibile in una vasta gamma di colori tra i quali spicca la finitura in bianco, puro e neutro. 

È un materiale ecologico, dato che può essere riciclato al 100%. Tutti i prodotti realizzati in KRION possono essere rilavorati e riutilizzati nel ciclo produttivo.

 

Guida agli accessori della cucina e delle parti meccaniche

Si tratta di tutti quegli elementi con cui abbiamo a che fare ogni giorno quando utilizziamo la nostra cucina. Cerniere, cassetti, sistemi di apertura ed estraibili, oltre ad un sacco di accessori che la rendono davvero pratica e organizzata al meglio!

Stiamo parlando delle varie tipologie di apertura delle ante che può essere a spinta, premi e apri, a ribalta, basculante e scorrevole oltre a tutti i cassetti estraibili e l’illuminazione.

Le cerniere, robuste, snodabili, con ammortizzatori integrati e anche colorate. Un elemento fondamentale per l‘apertura delle ante. Un cerniera di qualità garantisce migliaia di aperture e ha una lunga durata nel tempo, comunque sempre facilmente sostituibile

Le cerniere sono un componente importante per avere una cucina durevole nel tempo. Pensate a quante volte durante il giorno apriamo e chiudiamo un’anta di una base cucina piuttosto che di un pensile.

Le più comuni sono quelle a vista all’interno del contenitore, ma in commercio si trovano anche modelli ad incasso e altre dedicate alla chiusura a ribalta. In ogni caso le cerniere devono essere scelte in base a peso, dimensione e materiale delle nostre ante.

Precise e silenziose, oggi le nuove cerniere per mobili cucina vengo prodotte anche con sistemi integrati di chiusura ammortizzata.

Funzionali e con un design decisamente più convincente rispetto a qualche anno fa, sono disponibili anche in diverse colorazioni.

Per garantire la buona funzionalità ​le cerniere della cucina ​vanno regolate periodicamente, semplicemente utilizzando un cacciavite sulle relative viti di regolazione.

I sistemi per ante a ribalta 

I sistemi per ante a ribalta portano un elevato comfort del movimento nell’apertura del pensile.

Diverse le tipologie di apertura, le più comuni sono: l’anta a soffietto, l’anta basculante, l’anta ad apertura verticale, l’anta a ribalta standard o vasistas.

L’anta a soffietto viene utilizzata per l’apertura di ante di grandi dimensioni e particolarmente alte, consente di lasciare il frontale esattamente dove desideriamo.

L’anta basculante viene utilizzata con frontali mono-pezzo di grandi dimensioni che si sollevano sopra il corpo del mobile.

In questo modo si ottiene un accesso confortevole all’interno del mobile.

L’anta ad apertura a ribalta è probabilmente la soluzione più comune dopo la semplice chiusura ad anta battente. 

Grazie al movimento dell’anta a ribalta il frontale aperto necessita di un ingombro ridotto verso l’alto.

L’anta ad apertura verticale viene solitamente proposta nelle ante di piccole dimensioni, il frontale in questo caso viene aperto verso l’alto in posizione parallela al pensile.

È una soluzione ideale per i mobili a colonna o i pensili con frontali sovrastanti. L’anta si solleva completamente oltre il campo di movimento dell’utilizzatore e può rimanere sempre aperta mentre si cucina.

Le migliori aziende propongono questi sistemi di apertura anche nella versione con supporto elettrico per il controllo del movimento che garantisce una più comoda e silenziosa chiusura degli sportelli.

I cassetti

Comfort, stabilità, facilità di scorrimento e design accattivante, queste le principali caratteristiche dei cassetti presenti nelle migliori cucine.

Sponde sottili per i cassetti e rialzate per i cestoni, sono prodotti in diverse colorazioni oltre che in acciaio inox.

Alcune aziende permettono la personalizzazione con parte del corpo del cassetto in vetro piuttosto che in legno o pietra.

Sempre combinati con un sistema di guide a scomparsa e ad alta portata (fino a 70 kg) combinano silenziosità ad un’estrazione totale con chiusura ammortizzata del cassetto.

Disponibili anche nella versione elettrificata con apertura premi e apri, questa soluzione è particolarmente apprezzata nelle cucine minimali.

Sistemi di suddivisione sempre più evoluti permettono numerose combinazioni all’interno dei cassetti.

Telai metallici si inseriscono rapidamente e sono posizionabili a piacere. Il fissaggio a magnete e i piedini antiscivolo ne assicurano la perfetta stabilità.

Coperchi, pentole, posate, provviste, tutto sarà organizzato in modo sicuro e ordinato.

Le pedane

Un nuovo spazio di stivaggio ricavato nello zoccolo consente di celare un cassetto con una pedana estraibili. Quest’ultima permette di raggiungere i pensili più alti o ai bambini di aiutare in cucina con facilità e in assoluta sicurezza.

Progettato per mobili davvero su misura permette di sfruttare completamente ogni angolo della cucina.

Gli estraibili

Cestelli estraibili pratici, leggeri e di design.

Sempre più spesso presenti in cucina, vengo utilizzati per contenere coltelli, bottiglie, spezie, sacche porta pane, detersivi e persino scolapiatti.

Disponili nelle versioni per basi standard e ad angolo, colonne e pensili, si inseriscono facilmente in ogni modulo della cucina.

La raccolta differenziata

Che sia un cestone dedicato alla raccolta differenziata, piuttosto che un’intera base cucina, troveremo diverse soluzioni per i nostri rifiuti, come secchi estraibili e bidoni con coperchio, disponibili in diverse forme e dimensioni, per trovare la combinazione più adatta al tuo spazio.

   ARREDAMENTO CUCINE BUSTO ARSIZIO

      arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio  

arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio
arredamento cucine busto arsizio

 

Il dissipatore tritarifiuti

Accessorio non indispensabile, ma estremamente comodo, è il tritarifiuti da lavello.

Questo dissipatore consente di eliminare gli scarti e gli avanzi di cibo senza doverli buttare nel secchio della spazzatura. Azionato da un apposto pulsante, il tritarifiuti macinerà gli scarti che finiranno giù per lo scarico del lavello.

È una soluzione molto pratica, che aiuta a mantenere la cucina priva da odori evitando l’accumulo solitamente presente nella raccolta differenziata che, a volte, soprattutto nel periodo estivo, può attirare insetti e parassiti.

I Led

Illuminare la cucina con luci a Led è una tendenza sempre più diffusa, grazie a pratiche soluzioni in grado di garantire una sensibile riduzione dei consumi energetici.

Le strisce a Led e i faretti ad incasso in cucina, sono tra le soluzioni preferite e più utilizzate per una buona illuminazione del piano lavoro e valorizzare i rivestimenti a parete.

Sistemi di illuminazione integrati nel mobile ti aiutano a trovare subito quello che cerchi sia che tu apra un cassetto piuttosto che un’anta.

Gli elettrodomestici

Infine un piccolo focus sugli elettrodomestici.

Per considerare una cucina di qualità, è bene fare attenzione anche all’acquisto degli elettrodomestici. Le soluzioni sul mercato sono delle più diverse, ma la migliore qualità da considerare è il basso consumo energetico a parità di prestazione.

È bene scegliere sempre elettrodomestici come frigo, lavastoviglie e forno di classe A.

Per quanto riguarda il piano cottura, invece, se si vuole fare una scelta del tutto innovativa e green, è bene direzionare l’acquisto su un piano a induzione. Questo non solo è funzionale ma anche bello da vedere. Si tratta di piani in vetroceramica in grado di assolvere le sue funzioni in un tempo dimezzato rispetto ai classici fornelli a gas.

Cucina in serie o su misura?

Se il compromesso, dal punto di vista delle finiture e dei piani da lavoro, ci soddisfa, possiamo scegliere di acquistarne una componibile, progettandola secondo i nostri spazi.

Il discorso cambia quando ci si trova a scegliere una cucina artigianale.

A questo punto saremo noi a capire come realizzarla, a scegliere i materiali da utilizzare per la struttura e la parte visibile. Poiché si tratta di un prodotto realizzato in falegnameria e completamente su misura, il vantaggio è subito evidente: si potrà contare su una consulenza personalizzata in base alle proprie esigenze, scegliere i migliori materiali e componenti, per realizzare una cucina che durerà tutta una vita.

Suggerimenti per scegliere una cappa da cucina

La cappa è un elettrodomestico che permette di depurare l’aria da fumi e vapori emessi durante la cottura dei cibi.

Sempre più efficaci e silenziose, dalle forme insolite e realizzate con materiali di pregio, sono anche oggetti di design.

In fase di acquisto è importante valutarne la tipologia, il modello, le dimensioni e la potenza, i materiali e il risparmio energetico, il design.

Cappa aspirante o filtrante

Per prima cosa dovremo scegliere tra una cappa aspirante o filtrante.

La differenza è intuibile: la prima aspira i fumi che attraverso una tubazione vengono espulsi all’esterno dell’abitazione, la seconda invece purifica l’aria tramite appositi filtri e la riemette in circolazione nell’ambiente.

Solitamente si predilige la cappa aspirante così da eliminare completamente fumi, vapore e odori; questa soluzione però necessità di predisporre una tubazione a parete o su elementi in cartongesso prima dell’installazione della cucina.

Le cappe filtranti invece sono accessoriate con appositi filtri a carboni attivi, che per un corretto utilizzo dovrebbero essere sostituiti almeno una volta all’anno.

Esistono poi in commercio le cosiddette cappe miste, modelli che combinano entrambe le funzioni. I filtri possono essere di vario tipo: in acciaio inox, progettati per rimuovere le particelle di grasso e a carboni attivi, per depurare dagli odori.

Scegliere il modello

A parete

L’installazione di questa cappa avviene adiacente al muro, in corrispondenza con i fornelli, in modo da coprirne l’estensione.

A isola

Questa cappa è stata pensata per adattarsi ai piani delle cucine ad isola: se il piano cottura è posizionato al centro della stanza, anche questa cappa troverà spazio installata al soffitto, proprio sopra i fornelli.

Ad angolo

Trova spazio tra due pareti adiacenti, occupando quindi un angolo della stanza per coprire un piano cottura in posizione angolare, corrispondente alla cucina che si sviluppa su due lati.

A soffitto

La cappa a soffitto fornisce alla cucina anche il valore di un punto luce importante: viene posizionata al centro della stanza o contro la parete, naturalmente sopra il piano cottura, e viene installata nel contro soffitto.

A scomparsa

Creata appositamente per cucine distanti dal muro, sia a penisola che posizionate al centro della stanza, è installata direttamente sul top del piano cottura, facente parte del corpo della cucina.

A sospensione

Questa cappa dal forte impatto estetico risalta nell’ambiente non solo come fonte aspirante, ma anche come elemento distintivo di design: viene installata a soffitto sopra il piano cottura e rimane in sospensione, esattamente come un lampadario.

Sul piano cottura

La cappa è perfettamente integrata nel piano cottura e svolge la sua funzione di aspirazione dal basso, tramite le bocche aspiranti poste vicino ai fuochi, portando fumi e odori ad essere smaltiti nel corpo della cucina.

Ad incasso su pensile

In caso di cucine con dimensioni contenute, è possibile optare per le più funzionali cappe a incasso o a scomparsa.

Questa soluzione integra l’elettrodomestico nella parte sottostante di un pensile, permettendo di sfruttare così anche buona parte del mobile che la contiene.

Dimensioni e potenza

In fase di acquisto dovremo anche considerare la larghezza della cappa che dovrà essere uguale o superiore a quella del piano cottura, ma non inferiore.

Solitamente le dimensioni di una cappa a parete variano tra i 60 e 120 cm, ma in commercio troviamo anche modelli con misure diverse.

Una caratteristica molto importante è la capacità di aspirazione dell’elettrodomestico, o portata, che viene misurata in metri cubi orari e viene proporzionata in base al volume dell’ambiente in cui viene inserita e alla frequenza d’uso.

La cappa deve infatti garantire un ricambio minimo dell’aria pari a circa 6-8 volte il volume dell’ambiente.

Esempio: per una cucina di volume (superficie x altezza) di 50m³, il calcolo da fare sarà 50×10 = 500 m³/h.

Il valore di 500 metri cubi/ora rappresenta la portata d’aria minima della cappa adatta alla tua cucina.

Materiali e risparmio energetico

L’acciaio inox è indubbiamente la soluzione più diffusa, il materiale è molto resistente alla corrosione, igienico e duraturo, resiste alle alte temperature, all’acqua, l’umidità, lo sporco e il grasso.

Per contro, se non accuratamente pulito ed asciugato, può essere soggetto ad aloni.

Il consiglio è di pulirlo con acqua e sapone o detersivo neutro utilizzando una spugnetta non abrasiva; dopo il risciacquo si deve asciugare con un panno morbido per evitare che si formino macchie da ossidazione.

Per le finiture è particolarmente diffuso il vetro temperato, rafforzato attraverso specifici processi di lavorazione, esteticamente molto apprezzato, disponibile anche con simpatiche decorazioni.

Sempre più diffuse sono le cappe con illuminazione a Led, spesso dotate di pulsantiere touch, che con motori di aspirazioni sempre più performanti e silenziosi contribuiscono a contenere i consumi di energia elettrica.

Per un deciso risparmio energetico sarà bene optare per un modello in classe A.

Anche l’occhio vuole la sua parte! Ecco perché il design è importante in una cucina, Fortunatamente oggi il mercato offre un’ampia varietà di cucine, per ogni stile di arredamento.

     arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio  

   ARREDAMENTO CUCINE BUSTO ARSIZIO

      arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio  

Arredamento cucine moderne

Deviando dal concetto di cucina tradizionale per creare delle unità funzionali in comunicazione tra loro con modelli epocali e un design sofisticato, questo offre un nuovo stile di vita. Enfatizzando la combinazione di materiali misti, selezionati per soddisfare ogni funzione essenziale, e che utilizza per la prima volta rivestimenti per le ante, creando la sensazione di finiture artigianali di alta qualità dei mobili per l’arredo della cucina

Modelli con una struttura a sbalzo che generano un senso di galleggiamento e tensione, che modifica drasticamente l’immagine convenzionale dello spazio. La soluzione è arricchita artisticamente dall’applicazione di decori che completa integrazione della cappa.

Realizzate per un pubblico elegante e raffinato, le cucine Armony rappresentano uno dei fiori all’occhiello delle cucine di design. I materiali pregiati, dal legno alla pietra, vengono sapientemente lavorati per dare forma a cucine dal design elegante ed essenziale dai profili puliti, quasi tendenti al minimalismo.

Lavorazioni artigianali di alta fattura, utilizzo di materiali di altissima qualità, tecnologie ultramoderne, attenzione progettuale riservata ad ogni singolo dettaglio, inserimento di elementi di design unici nel loro genere… stiamo parlando delle cucine di lusso per andare ad immergerci nell’esclusivo universo dove magnificenza e regalità rappresentano i tratti distintivi.

Abbiamo selezionato per voi i modelli delle cucine di lusso Armony, cucine ispirate ad uno stile moderno, che vi permetteranno di scoprire in maniera pratica quali sono le molteplici possibilità e soluzioni di arredo alle quali ispirarsi.

Se siete alla prese con la progettazione della cucina dei vostri sogni, o semplicemente desiderate fantasticare un po’ sulla materia, la nostra galleria dedicata alle cucine di lusso vi conquisterà al primo sguardo

Vi state chiedendo quale cucina scegliere per la vostra casa e come orientarvi in questo affollato universo progettuale? Se la risposta è positiva allora con ogni probabilità troverete utile questo post volto a presentarvi una selezione delle migliori.

Se avete intenzione di acquistare una cucina destinata a durare nel tempo, che vada quindi a garantire una perfetta comunione tra desing e qualità, Armony è la cucina che fà per voi.

Senza dimenticare una particolare attenzione al design ed all’estetica, qui avrete modo di scoprire una delle aziende leader del settore di mobili per l’arredo della cucina, e sicuramente sinonimo di sicurezza.

Tecnologie e manifattura.

Cura dei dettagli ed un’attento studio degli spazi si traduce nello sviluppo di tecnologie volte a migliorare la qualità di movimento. Il trionfo dell’ergonomia combinata alla tecnologia prende forma ad esempio in sistemi con sensori di movimento che consentono di aprire e chiudere il rubinetto senza neppure sfiorarlo, accendere e spegnere la luce con altrettanta facilità, avere a disposizione sistemi a scomparsa che permettono di avere all’occorrenza a portata di mano attrezzi e accessori.

Armony è riuscita a coniugare perfettamente nel corso del tempo le più moderne e sofisticate tecnologie. Il risultato è la produzione di cucine di lusso dove nessun dettaglio o particolare viene lasciato al caso, tutti i progetti sono completamente personalizzabili per dare forma a qualsiasi tipo di desiderio.

Funzionalità al servizio del design e della qualità . Questa è la filosofia di Armony, in fatto di progettazione ed arredamento per cucine. Potrete ammirare alcune soluzioni che, come è facile immaginare, potranno essere personalizzate.

Eleganti e progettate per integrarsi con naturalezza al living, le cucine Armony garantiscono il massimo in termini di scelta dei materiali nonché in fatto di organizzazione. Potrete scegliere tra modelli marcatamente minimal e soluzione dal carattere moderno e contemporaneo.

Materiali eclettici, stili rivisitati, tecnologia futuristica: le Cucine moderne Armony trasformano il luogo più vissuto della casa in un ambiente esteticamente ricercato, da vivere e mostrare.

Progettate per lavorare in funzione della praticità per rendere la cucina sempre più semplice da pulire e da tenere in ordine, ma allo stesso tempo crea nuove tendenze per attirare lo sguardo e rendere il convivere il fulcro di tutta la casa.

Sempre più spesso parte di una zona giorno è parte di un ambiente unico col soggiorno, le cucine moderne sono eleganti, originali e con un tocco tecnologico.

La tendenza è sicuramente l’isola: operativa o meno, è una tentazione a cui pochi riescono a resistere. Il nuovo trend è sicuramente il piano di lavoro a cascata, ovvero il proseguimento del top anche sui fianchi dell’isola, fino a terra, per un effetto minimal da lasciare a bocca aperta.

Sopra l’isola, non può mancare poi una cappa di design: bandite le vecchie forme a camino, la cappa diventa una vera e propria opera d’arte, con forme stravaganti a sospensione.

Un occhio di riguardo anche ai sistemi di apertura: scompaiono definitivamente le maniglie per fare spazio ad ante a scomparsa, leggere e dinamiche. Addirittura, in alcuni casi, è l’intera cucina a essere nascosta, con grandi portelloni scorrevoli, come un semplice armadio a muro.

Mascherati anche gli elettrodomestici, sempre più tecnologici e interconnessi, con il ritorno dei frigoriferi ad incasso e dei piccoli elettrodomestici all’interno di pensili e mobili.

Diventano ben evidenti, invece, le stoviglie, grazie a mensole, credenze, vetrinette a vista, e il paraschizzi, con lastre in gres asimmetriche e di grandi dimensioni che sorpassano il tradizionale paraschizzi orizzontale.

I piccoli dettagli diventano, poi, fondamentali in una Cucina ultramoderna, luci sottopensile a led, lavello integrato nel top, rubinetti estendibili, elementi contemporanei accostati a quelli vintage e tavoli eclettici rivoluzionano il mood dell’ambiente, rendendolo personale, funzionale e sofisticato.

Perchè Acquistare Una Cucina Moderna

Acquistare una cucina moderna “specie se personalizzata”, permette di mantenere altissima la qualità degli standard produttivi, la cucina è un ambiente complesso, questo è il concetto.

Per questo, la sua progettazione non può essere improvvisata, ma deve essere realizzata da seri professionisti.                                                                            Qual è la cucina più funzionale: parallela, lineare o a “triangolo”? Secondo una teoria ampiamente collaudata, le cucine più funzionali sono quelle in cui queste tre “postazioni” si trovano equidistanti tra loro, meglio ancora se formano un triangolo che agevoli il passaggio continuo dall’una all’altra.

Si tratta delle zone in cui avviene la cottura (fornelli e forno), la pulizia (lavello) e la conservazione (frigorifero) degli alimenti.

Le statistiche di vendita dicono che, in cucina, lo stile moderno ha definitivamente superato quello classico. Possono nascere così audaci accostamenti tra colore e materia, a volte anche inusuali, ma che aprono ad uno stile originale e al passo coi tempi

Nelle cucine moderne, si fa uso di un massiccio utilizzo di tecnologia, questo perchè nelle cucine moderne vengono integrare apparecchiature in aggiunta al classico pacchetto elettrodomestici.

Ci riferiamo, ad esempio, ai microonde ad incasso, alla macchina del caffè o alla cantinetta dei vini. Inoltre, la scelta degli elettrodomestici è più ampia sia per finiture d’arredo (acciaio in primis, ma anche fragranite nelle sue varie interpretazioni).

Il termine fragranite deriva dalla fusione del nome del marchio Franke, che lo ha ideato, con il sostantivo granite, ovvero semplicemente granito tradotto in lingua inglese.

Si tratta, infatti, di un materiale composito, costituito per l’80% da polvere e particelle di quarzo (granito naturale) e per il 20% da una resina acrilica atossica particolarmente dura.

Questa miscela è uno dei materiali più duri, resistenti e duraturi, è impermeabile, igienico e facile da pulire; non teme nè graffi nè urti e neppure il calore fino a 280°

E’ perfetto in ambito moderno, perchè sa rendere ciò che si spende, combinando al meglio eleganza e funzionalità.

Interessante anche la sinergia con i piani di lavoro a livello design, con la possibilità di installare lavello e piano cottura filotop e sottotop, in modo da accentuare la ricercatezza della composizione.

VARIETA’ DI SCELTA

Le opzioni di scelta, quando si parla di cucine moderne, sono tantissime e ciò permette una personalizzazione dell’ambiente totale.

Questa versatilità apre anche all’affermazione dei trend del momento, perchè poi “moderno” può significare Industrial, stile nordico o minimal: insomma, non è difficile ricreare ambienti in cui esprimere la personalità e il carattere di ognuno, facendo leva appunto sulla scelta meticolosa degli elementi d’arredo, dei complementi e degli accessori.

 

Alcune volte è per noi impossibile conferire con le molte persone che contemporaneamente ci vengono a visitare. Per questo motivo  vi suggeriamo di fissare un appuntamento, potremo così dedicarvi tutto il tempo necessario per conoscerci e per parlare delle vostre necessità, questo vi permetterà di non perdere tempo prezioso ad aspettare che si liberi un tecnico addetto alla vendita.

      arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio                               

  ARREDAMENTO CUCINE BUSTO ARSIZIO

MOSTRA CUCINE                                              Orari apertura showroom                      Via Verri 2  BUSTO ARSIZIO                                                                                                                        Lunedì    15.00 alle 19.30

  Tel. 0331.670861/0331.673426                                                                                                                                           Martedì a Venerdì 9.00/12.00

   www.mostracucine.it                                                                                                                                                                                      15.00/1900

   www.mostracucine.com                                                                                                                                                   Sabato                   9.30/18.00                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      www.mostracucine.eu

     arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio    arredamento cucine busto arsizio   arredamento cucine busto arsizio                               

 

         ARMONY            UNA SINFONIA TUTTA ITALIANA

Il piacere di una cucina disegnata per accogliere emozioni, generare benessere e durare nel tempo. Spazi funzionali e socialità domestica sono al centro della progettualità Armony. La ricerca formale interpreta gli stili di vita contemporanei per esprimere in ogni modello la bellezza della cucina italiana: comfort, dinamismo e libertà di movimento. Con più di 200 finiture, selezionate per personalizzare la tua cucina.

CURA DEL DETTAGLIO E DELLA PERSONALITÀ

L’assoluta personalizzazione è lo spirito della modernità e si traduce in una progettualità flessibile dove ogni esigenza trova la sua libera espressione. Ricerca ed innovazione danno vita ad un campionario da oltre duecento diverse finiture: un’ armonia di materiali esclusivi che donano gioia alla vista e soddisfanno il tatto.

La cucina è il vero cuore della casa; nel mondo contadino era la stanza nella quale si trascorreva gran parte del tempo conviviale, dove la donna dedicava il suo amore e la sua passione alla preparazione del cibo per i propri cari e per la sua famiglia.

Ovvio che al momento di acquistare i nostri sforzi siano volti a trovare la migliore cucina possibile, ma soprattutto la più adatta alle nostre esigenze. Ed è infatti la cucina l’ambiente più vissuto della casa, di conseguenza i suoi mobili sono quelli più soggetti a usura e sollecitazioni varie. Senza contare la presenza di fumi, vapori e umidità tipici di questo locale.

Certo, oggi gli usi sono cambiati, il tempo che la donna riesce a ritagliare dal lavoro e dagli impegni è sempre meno, spesso è l’uomo a cucinare, ma la cucina resta uno dei luoghi cardine della casa, ed è bene dedicare molta cura e passione nella scelta dei mobili e nella sua creazione come sincero spazio personale e ambiente accogliente e comodo da vivere tutti i giorni.

L’acquisto di cucine moderne deve essere preceduto da una ponderata valutazione delle loro principali caratteristiche. La qualità dei materiali deve essere quindi la prima discriminante a cui fare attenzione.

Produrre è responsabilità. Armony utilizza pannelli ecologici certificati CARB2 e quindi conformi ai più ristretti limiti di emissione di formaldeide nell’aria. Armony investe nello sviluppo di processi di laccatura ad acqua, tutta la gamma di laccati opachi è ora prodotta con l’utilizzo di vernici idrosolubili e quindi senza l’utilizzo di solventi e materiali acrilici.

La cucina dialoga visivamente con lo spazio circostante e comunica con noi attraverso la sua specificità, da qui la priorità che da sempre diamo ai materiali utilizzati per la realizzazione e la finitura delle nostre cucine.

Scopri la ricca collezione delle cucine Armony nel sito:                                                                                                                             www.armonycucine.it

E’ possibile visionare le varie collezioni  di Armony cucine all’interno del sito internet , così da potersi rendere conto di quale sia il filo conduttore della progettazione Armony.

UNO SPAZIO PER CONDIVIDERE LE EMOZIONI:   La cucina nel cuore. 

Cucinare, raccontarsi, star bene assieme

La cucina non è solo il centro della casa, ma anche quello dell’affettività, della famiglia e dell’identità. La cucina è nel cuore di ognuno di noi.

Una cucina così nasce dal pensiero creativo di designer attenti agli stili di vita e al valore emozionale delle forme funzionali, e cresce con la scelta accurata dei materiali certificati prodotti in modo ecosostenibile.

C’è un dialogo costante tra Armony, i rivenditori che la propongono e le persone che la scelgono, uno scambio d’idee che è la linfa vitale di ogni nostro progetto. Una cucina che cresce nel cuore della gente, nasce dal cuore di chi la crea.

Armony è sempre alla ricerca di soluzioni tecniche innovative, volte a migliorare l’esperienza d’uso di ogni cucina, esaltando la bellezza di tutti i suoi elementi. Non solo accessori volti a migliorare l’utilità di una cucina, ma veri e propri elementi distintivi che permettono di rendere unico ogni progetto, alla ricerca dell’interazione perfetta tra le parti che compongono una cucina.

Armony ha lavorato su una gamma di elementi che ampliano le prestazioni della cucina e che offrono idee per renderla ancora più unica.

Gli accessori interni permettono di usufruire in modo creativo di tutto lo spazio disponibile, gli accessori per cucina di personalizzarla e sostenere tutte le attività che vengono svolte.

         Cucine Armony                     qualità e tecnologia

Le collezioni Armony Cucine si distinguono per un minimalismo marcato, e per la ricerca di forme pure e mai contaminate. Il tratto stilistico comune a tutte le creazioni Armony, si trova nell’introduzione di snelle penisole, dedicate sia al consumo dei pasti che alla preparazione dei cibi.

Le penisole rappresentano l’elemento comune delle collezioni Armony, cucine che arricchiscono con stile immediatamente riconoscibile le proposte d’arredo. Ogni elemento componibile presenta un respiro ampio e una volontà di definire gli spazi con sobria eleganza.

Questa volontà viene raggiunta attraverso la mancanza di intarsi e di decori, ma contando sulla semplice forma del mobilio e delle sezioni che lo completano.
Le angolature delle cucine Armony sono squadrate e figlie di una geometria purista, in quanto definiscono cucine dal sapore moderno e votato a sottolineare l’anima contemporanea dell’elemento.

Le finiture proposte da Armony cucine

Le cucine Armony mantengono intatta la natura lignea dell’elemento, le finiture si fanno leggere e lasciano intravedere le piacevoli venature, preferendo tipologie dai colori chiari e dalla consistenza leggera.

Le finiture di Armony cucine virano ad uno stile più contemporaneo, esse si adeguano ai trend più risoluti con raffinata eleganza, presentando laccature che amano il bianco ottico e i verdi acidi, lasciando spazio all’inserimento di dettagli metallici carismatici, ma ricchi di innata purezza.

Il risultato si rispecchia nella composizione di cucine Armony perfettamente equilibrate, dove nessun elemento viene lasciato al caso ma dove l’insieme respira una spiccata eleganza.

In alcuni casi le cucine Armony scavalcano lo stile contemporaneo e propongono un’estetica futuristica, creata attraverso laccature estreme e con l’aggiunta di angolo rotondi dal sapore ’70.

In queste creazioni spicca un design che si ispira ad un look ‘spaziale’ ma che non dimentica mai di porsi al totale servizio dell’arte del cucinare.

Design e funzionalità per le cucine Armony

Gli ambienti generati da Armony Cucine si propongono spaziosi per loro natura, perfetti per accogliere un grande numero di persone e per favorire ogni azione legata allea preparazione e alla cottura degli alimenti.

La fusione tra design, estetica e funzionalità si propone quindi come il punto di forza del marchio Armony e come un tratto che ne decreta il successo, qualsiasi sia l’ambierte di inserimento.

Le diverse configurazioni di Armony cucine che possono essere aggiunte in un secondo momento donano una libertà di composizione assoluta, che parte da una base comune per rendere le cucine Armony personalizzate e abili nel rispondere alle esigenze personali degli abitanti.

Identifica il giusto layout

Ma da dove cominciare? La forma o layout da dare alla cucina è la prima scelta da fare. Anche se abbiamo in mente una disposizione di cucina preferito, dobbiamo sempre iniziare considerando la forma e le dimensioni della stanza per decidere quale sia la migliore disposizione dei mobili e non viceversa.

Noi offriamo un servizio professionale gratuito, cioè mettiamo a disposizione tecnici specializzati che verranno a casa vostra per un serio sopraluogo che comprende rilievi, e misure, elettriche ed idrauliche ed eventuali altre problematiche.

A voi non rimarrà che affidarvi ai nostri tecnici, che vi accompagneranno nella scelta aiutandovi e consigliandovi a trovare la cucina migliore per voi, con equilibrio tra estetica e praticità.

Quando si tratta di progettare una cucina le scelte da fare sono molte, il design, gli elettrodomestici, i materiali, la dispensa, il piano di lavoro e così via.

Le nostre abitudini dovrebbero esserci d’aiuto quando acquistiamo una nuova cucina. 

La prima cosa da fare è pensare a come la usiamo, se solo per cucinare, o anche per intrattenere gli ospiti e se per noi l’estetica è più importante della praticità.

Le abitudini delle persone che utilizzeranno la cucina avranno un grande impatto su come progettarla e faranno una grande differenza una volta completata. Quindi, pensa attentamente a come passi il tuo tempo in questo locale, questo sarà il punto di partenza del tuo progetto.

Disposizioni della cucina moderna

Dopo aver elencato e descritto tutte le possibili disposizioni di cucina moderna, possiamo voltare pagina e prendere in considerazione altri fattori importanti che incidono sull’identità della cucina.

Se ogni disposizione determina caratteristiche ben precise di estetica e funzionalità, altrettanto importante è la scelta delle finiture per definire lo stile e il carattere della cucina.

Infiniti abbinamenti resi possibili dal vasto catalogo di finiture messo a disposizione, moltissime finiture composte dall’essenza legno, i colorati in versione lucido oppure opaco, il materico in spatolato o vetro.

Personalizza la tua cucina e rendila unica attraverso affascinanti accostamenti. Scegli se dare continuità allo stile della tua casa o lasciarti affascinare dalla vivacità di contrasti forti.

Le nostre cucine hanno anche un altro valore aggiunto. La loro bellezza, impreziosita dalla presenza di soluzioni all’avanguardia, si sposa con una perfetta efficienza.

L’estetica deve sempre essere in funzione della praticità d’uso. Non basta che una cucina sia solo bella: deve permettere a chi ne fruirà di muoversi al suo interno con perfetta naturalezza, trovando ogni cosa al suo posto e avendo la massima praticità di utilizzo.

Un interior designer dunque non si limita solo a prendere le misure, a studiare gli spazi e di conseguenza le soluzioni più calzanti per riempirli: per prima cosa studia il suo committente, cerca di capire di cosa ha davvero bisogno, e infine elabora un progetto che si adatti perfettamente sia alla casa, sia a coloro che vi abiteranno.

La cucina lineare

Una cucina lineare è una scelta obbligata quando lo spazio è limitato.

In questo caso una cucina in appoggio su un’unica parete permette di risparmiare spazio, lasciando libere le altre pareti per diversi utilizzi.

Una progettazione accurata consente alla cucina lineare di godere della massima praticità, spostandoti velocemente durante tutte le operazioni che vi troverete a svolgere in cucina. Per contro è possibile soffrire di un piano lavoro limitato, ma se le dimensioni del locale lo permettono, sarà possibile ricavare un’utile piano d’appoggio nelle vicinanze.

La cucina ad angolo   

Se la stanza presenta due pareti ad angolo libere, le cucine angolari rappresentano una valida soluzione per ottimizzare nel migliore dei modi gli spazi.

Una cucina ad angolo può agevolare il collegamento di allacciamenti idraulici ed elettrici esistenti e, se di grandi dimensioni, può favorire l’inserimento di un tavolo in prossimità dei mobili, così da progettare una stanza completa per cucinare e consumare i pasti.

Una cucina ad angolo permette di sfruttare anche le metrature più contenute, soprattutto nel caso in cui un lato della cucina termina con penisola, prolungandosi con basi contenitore e zona snack, piuttosto che un vero e proprio tavolo completo di sedie.

La cucina con penisola

Le cucine con penisola sono la soluzione ideale per ambienti open space che combinano soggiorno e cucina in un unico locale.

La penisola può essere progettata per essere un bancone che si apre alla zona pranzo oppure un elemento di separazione.

Gli utilizzi della penisola sono molteplici, da una valida zona snack/colazione, ad un ampio piano lavoro, piuttosto che un’area di ricevimento per l’aperitivo con gli amici!

La cucina ad isola

La cucina a isola è una soluzione di grande tendenza e di notevole impatto estetico, ma non è adatta a tutti i locali.

La dimensione della stanza deve infatti permettere di muoversi comodamente in cucina, per questo motivo tra l’isola e i mobili a parete servono almeno 90-100 cm.

Una cucina a isola offre superfici di lavoro aggiuntive e può anche includere una zona snack/colazione, prese elettrificate e accessori, piuttosto che elettrodomestici di ultima generazione o un’elegante lavello integrato.

L’isola può anche delineare la zona cucina senza interromperla, un vantaggio se ti piace socializzare con gli ospiti mentre cucini.

Quando si tratta della parte funzionale della stanza, una buona disposizione sfrutterà al massimo lo spazio disponibile e manterrà tutto ben organizzato.

Inoltre nel progettare una cucina funzionale è buona norma tenere lontani ospiti e bambini da punti pericolosi come il piano cottura o i forni, in modo che si dirigano naturalmente verso un’area di facile utilizzo, come un frigorifero per bevande o un’area ricezione.

Un metodo sempre utile è quello di applicare la “regola del triangolo di lavoro”. Si tratta di un concetto che consente di ridurre al minimo lo sforzo e la distanza percorribile tra i tre elementi principali della cucina: lavello, frigorifero e piano cottura. Installali in un’area che formerà un triangolo immaginario, posizionandoli sui tre punti del triangolo, il progettista cercherà di mantenerli a distanza ravvicinata.

Anche se questa regola è sempre utile, al giorno d’oggi, con il diverso e più ampio uso della cucina che non è considerato solo per cucinare, puoi valutare di creare diverse aree di lavoro. Includeranno, ad esempio, tutto il necessario per cucinare, preparare la colazione, svuotare la lavastoviglie e rendere l’esperienza più pratica.

Il frigorifero e il lavandino devono essere collegati, ma la sezione di cottura può essere un pò più isolata, oppure anche indipendente.

Importanza del brand

Armony Cucine nasce nel 1976, dall’immaginazione e dall’entusiasmo proprio di chi ogni giorno respira la cultura del mobile di qualità. Negli impianti di Caneva (PN) e di Mansuè (TV), da sempre ritenuti distretti produttivi d’eccellenza del nord est d’Italia.

Nostri tecnici specializzati controllano la produzione dall’inizio alla fine, con macchinari tecnologici sempre aggiornati di ultima generazione.

Armony : incarna l’idea di una cucina artigianale che diventata ben presto un marchio di successo.        Il cuore del design di Armony: estetica, eleganza ed esperienza, sono sinonimi di prodotti affidabili e di alta qualità, e nuove immagini per cucine future, ma restando un testimone ancora consapevole delle tradizioni passate.

Un’azienda che ha saputo fare dell’attenzione alla qualità ed al design il suo punto di forza affermandosi tra i leader del mercato del lusso. In Armony le cucine prendono forma attraverso lavorazioni manuali, ogni progetto è unico nel suo genere, la realizzazione è infatti esclusiva e personalizzata.

L’evoluzione del brand Armony segue costantemente un filo rosso basato sulla qualità e sulla scelta di materie prime dall’eccellenza assoluta. Questi tratti si scoprono nella creazione di elementi componibili e modulabili secondo le esigenze della clientela.

Rigore, forza ed estetica rappresentano i tre pilastri delle cucine Armony, un universo attento alle nuove tendenze del design e pronto a reinventarsi in nome dell’originalità e della ricerca di un’estetica assoluta.

Sappiamo perfettamente che tra i produttori di cucine ci dobbiamo confrontare con brands molto famosi. Ma non sempre un brand famoso può soddisfare compiutamente le aspettative del cliente.

E non sempre dal brend famoso si riescie ad ottenere la stessa qualità allo stesso prezzo.

Nel settore cucine, il brand è forse meno importante che in altri settori, in altre parole non è uno status symbol da mostrare agli altri, come ad esempio nella moda dove contano le firme.

A determinare che Armony qualitativamente ” è una delle migliori marche per l’arredamento delle cucine, interviene come è facile immaginare un’associazione di diversi fattori, quindi poi, una attenta valutazione nella scelta dei materiali, dei sistemi costruttivi, delle tecnologie e del design.

Per Armony è importante che l’insieme delle proprie caratteristiche intrinseche, soddisfano i requisiti sulla base delle aspettative del cliente.

Molti elementi distintivi si possono mettere in relazione con la cucina, l’importante è la qualità di base, poi entrano in gioco diversi fattori che determinano il costo, le dimensioni, i materiali e gli accessori.

Visto che abbiamo toccato appunto l’argomento costi, vorremmo parlare anche di chi si fà attirare da sconti molto alti, che spesso si trovano pubblicizzati su alcuni siti di cucine.

Questi sconti fuori mercato solitamente non sono altro che specchietti per le allodole. 

La pubblicità di sconti molto alti può essere considerata come lo“specchietto per le allodole”              ( Specchietto per le allodole è un’espressione che, in senso figurato, indica atteggiamenti, azioni, comportamenti che hanno lo scopo di attirare e lusingare, per poi ingannare, le persone più ingenue, sprovvedute; ha quindi il significato di attrattiva lusinghiera, ma sostanzialmente ingannevole )        Non è forse vero che molte gente considera solo l’ampiezza dello sconto ottenuto?

 

Scegliere il giusto piano di lavoro: 

Una delle cose con cui si interagisce di più durante la vita di una cucina sono senza dubbio i piani di lavoro. Bisogna quindi stare molto attenti nella scelta del materiale.

La costante ricerca svolta da Armony sui materiali ha permesso negli anni di stringere rapporti molto stretti con diverse aziende per offrire una gamma esclusiva di materiali tecnologici garantendo altissima longevità e resistenza.

Il piano di lavoro è uno dei componenti fondamentali di una cucina e, probabilmente, quello con maggiore rischio di logoramento.

Durante la scelta ricordati sempre che verrà costantemente sottoposto a sollecitazioni.

Ad esempio, verrà spesso a contatto con numerosi agenti corrosivi, basti pensare all’aceto o al semplice sale, con le lame dei coltelli e con le alte temperature che potrebbero danneggiarlo velocemente.

Che sia per l’acquisto di una nuova cucina o per un semplice restyling, la scelta di un piano cucina va valutata con particolare attenzione.

I materiali disponibili sono molteplici, c’è l’imbarazzo della scelta!

Legno, marmo, agglomerati, acciaio e persino cemento; valutiamo insieme i più usati per scoprire qual è il più adatto alle nostre esigenze.

Il Marmo

Marmo, granito e pietre naturali, solidi e senza tempo, sono materiali unici, resistenti e duraturi che conferiscono alla cucina un’estetica elegante e di pregio.

Si tratta di materiali resistenti alle sollecitazioni continue e con un’ottima resistenza al calore.

La varietà cromatica è veramente ampia, ogni lastra è unica e irripetibile, un materiale che si abbina molto bene con arredi in legno, creando ambienti di grande suggestione e naturalezza.

Un top in marmo è una scelta impegnativa ma in grado di valorizzare in modo unico la vostra cucina.

Lavorazioni sempre più innovative permettono oggi di realizzare numerose personalizzazioni, come lavelli estremamente materici integrati con il piano cucina, piani cottura a filo top, bruciatori a gas posati direttamente sul piano lavoro, lavorazioni a controllo numerico così particolari da essere una vera e propria estasi per architetti e interior designer!

Sfatiamo inoltre il mito che vede il piano in marmo come delicato.

Oggi questi materiali possono essere sottoposti a processi di lavorazioni che li proteggono da qualsiasi danno da parte di acidi, grassi e coloranti, preservando la loro integrità ed estetica nel tempo!

Manutenzione: puoi pulirlo con un panno umido e detersivo neutro. Evitare spugne abrasive e pagliette metalliche, prodotti contenenti creme abrasive o detersivi in polvere.

Il Legno

Il legno massiccio è un materiale dalle straordinarie caratteristiche di resistenza e durata, che anche in cucina è capace di adattarsi alle sollecitazioni continue e intense della preparazione dei cibi.

Un piano cucina in legno massiccio è un’ottima scelta dal punto di vista ecologico, inoltre, come per i marmi, si tratta di un materiale naturale unico, e quindi ogni elemento non sarà mai uguale ad un altro.

Rispetto ad altri materiali è indubbiamente più delicato e quindi più soggetto a graffi, scalfitture o bruciature e se non opportunamente verniciato può macchiarsi e rovinarsi.

Per contro eventuali danni superficiali potranno essere sistemati dal vostro falegname di fiducia.

Il piano in legno può anche essere realizzato con altri materiali come i pannelli in listellare (diverse sezioni di legno assemblate tra di loro) poi rivestiti con un sottile strato dell’essenza lignea desiderata, una soluzione solitamente utilizzata nelle cucine in stile moderno, di design o minimale.

Tutto considerato il legno resta comunque una scelta intramontabile, ha la capacità di caratterizzare gli spazi, rendendoli immediatamente familiari ed accoglienti, credano un’atmosfera unica nel suo insieme.

Manutenzione: se verniciato, puoi pulirlo con un panno umido e detersivo neutro non abrasivo. Evita pagliette metalliche, detersivi acidi aggressivi, o detergenti.

Il Laminato

Indubbiamente tra i materiali più utilizzati nei piani cucina, il laminato è formato con un pannello di particelle di legno (truciolare) rivestito da un composto a strati di carte impregnate di resine termoindurenti, il laminato precisamente.

Questo materiale unisce un ottimo prezzo a interessanti caratteristiche estetiche e funzionali.

Il piano cucina in laminato ha una ottima resistenza agli urti, graffi e abrasioni, per di più offre un’ampia gamma di colori e finiture.

Si tratta di un prodotto molto versatile, può infatti imitare molti materiali come il legno, il marmo, la pietra, inoltre risulta un materiale idrorepellente e facile da pulire.

Uno svantaggio del piano cucina in laminato è la sua scarsa resistenza al calore: infatti, si consiglia caldamente l’utilizzo di un sotto-pentola nel caso si debbano appoggiare dei contenitori a una temperatura molto elevata. Inoltre, è impossibile inserire lavelli sotto top.

Disponibile in diversi spessori (2-4-6 cm) il piano in laminato può avere un bordo squadrato oppure post-formato (stondato sul bordo anteriore).

Di ultima generazione i top realizzati interamente in laminato HPL stratificato, rinforzato con multistrato di pioppo. Queste lavorazioni permettono di realizzare piani di forte spessore (da 20 mm a 160 mm) con smussature sul bordo e giunture a 45°.

I top in HPL permettono l’applicazione di vasche lavello integrate squadrate di varie misure, nella stessa finitura scelta per il piano.

Manutenzione: puoi usare detersivo neutro liquido diluito in acqua o concentrato se la superficie è particolarmente sporca. Evita pagliette metalliche, detersivi acidi, o detergenti.

Il Fenix

Fenix, materiale tecnologico, innovativo e di design. Spicca per le caratteristiche tecniche ed estetiche delle sue superfici, ottenute con l’impiego di nanotecnologie e trattate con resine termoplastiche di ultima generazione.

È proprio questa innovativa tecnologia a donare una piacevole e particolare sensazione di morbidezza al tatto oltre ad essere un materiale impermeabile, igienico, con proprietà antimuffa e facile da pulire.

Con una buona resistenza all’usura, il Fenix può essere facilmente riparato da micro-graffi attraverso l’esposizione al calore; sarà infatti sufficiente passare la zona danneggiata con un ferro da stiro su un panno per ripararlo!

Queste peculiarità, insieme a una vasta gamma cromatica, posizionano il Fenix come uno dei piani cucina più affascinanti, ideale per esaltare la tua cucina.

Manutenzione: È sufficiente usare con regolarità un panno inumidito in acqua calda con o senza l’aggiunta di detergenti, sapendo comunque che possono essere utilizzati tutti i normali prodotti detergenti o disinfettanti domestici.

Anche in questo caso evitare spugne abrasive e pagliette metalliche, prodotti contenenti creme abrasive o detersivi in polvere.

Il Quarzo

Una valida alternativa è rappresentata dal top in Quarzo.

In realtà si tratta di un agglomerato di Quarzo: un materiale composto per circa il 95% da quarzo e per il restante 5% da resine che ne aumentano la naturale impermeabilità.

Tipologia di piano molto richiesta, soprattutto per le sue caratteristiche di resistenza all’abrasione e all’attacco di agenti chimici.

Materiale assolutamente liscio che lo rende impermeabile e quindi particolarmente igienico, il top per cucine in Quarzo si contraddistingue per la sua vasta gamma di colori e imitazioni di materiali naturali come marmo e granito.

Con questa tipologia di materiale è buona norma evitare di appoggiare contenitori roventi direttamente sul piano della cucina che potrebbero causare uno shock termico delle resine generando macchie o crepe.

Un consiglio utile è la scelta di preferire lavelli sotto-top in acciaio inox che abbina un sicuro risultato estetico con un prezzo più conveniente rispetto a soluzioni con lavello integrato in Quarzo.

Manutenzione: puoi pulire la quarzite con detergenti privi di candeggina non abrasivi.

Il Gres porcellanato

Si tratta di un materiale dalle alte prestazioni ed estremamente resistente, impiegato non solo per le superfici orizzontali dei piani di lavoro, ma anche per le ante, grazie ad uno spessore sottile dei pannelli, che consentono alle ante in gres di essere leggere e robuste.

Il piano di lavoro in gres è composto da lamine di materiale ceramico incollate su un supporto in multistrati per mezzo di resine epossidiche.

Una caratteristica di questo materiale, oggi fornito in lastre di grandi dimensioni, è la possibilità di realizzare piani cucina senza fughe evitando giunture dove si possa annidare lo sporco.

Le qualità più importanti del gres porcellanato sono la compattezza, l’ottima resistenza alle macchie, muffe e batteri, che non riescono a penetrare la superficie, l’elevata resistenza ad urti e graffi, l’inassorbenza, l’inalterabilità al calore (fino a 210 °C), l’ottima resistenza alla corrosione da parte degli acidi e la facilità della pulizia.

Manutenzione: Pratico e semplice da pulire con un panno umido e un detergente neutro.

Acciaio Inox

L’acciaio inox è uno dei materiali più validi per realizzare un top cucina, igienico e atossico, non altera le qualità organolettiche dei cibi con cui entra in contatto.

Il piano lavoro in acciaio inox è resistente al calore, agli urti e alle macchie e offre il vantaggio di poter integrare lavello e piano cottura in maniera continua alla superficie del top mediante saldatura che non lascia punti di giunzione visibili dove lo sporco può essere trattenuto e dove i batteri possono proliferare.

Estremamente durevole, il piano in acciaio inox viene utilizzato nelle cucine professionali e nella ristorazione.

Per contro i piani in acciaio sono piuttosto costosi, soprattutto se integrati con il piano cottura e il lavello.

Le finiture a specchio sono molto delicate e poco resistenti alle impronte e a i graffi, inoltre il calcare contenuto nell’acqua li macchia se non asciugati perfettamente e quindi la loro pulizia può risultare laboriosa.

Manutenzione: È delicato e richiede una pulizia scrupolosa con particolari prodotti per evitare che restino impronte e strisce.

IL Krion

È un materiale caldo al tatto e simile alla pietra naturale. Questo materiale è composto da due terzi di minerali naturali (ATH:  alluminio triidrato) e da una piccola percentuale di resine ad alta resistenza. 

Tale composizione conferisce al krion alcune particolarità esclusive: assenza di pori, proprietà antibatteriche senza alcun tipo di additivo, durezza, resistenza, durevolezza, manutenzione ridotta, nonché riparazione e pulizia agevoli. 

Data l’analogia con la lavorazione del legno, le lastre possono essere tagliate, unite o sottoposte a termoformatura per ottenerne pezzi ricurvi. Questo materiale è altresì utilizzabile nel sistema produttivo, mediante iniezione, per dare vita a forme e progetti inattuabili con altri materiali. 

È possibile creare spazi senza giunti, il che impedisce l’assorbimento di liquidi e ne agevola la pulizia e la manutenzione. 

Questo materiale, che eccelle rispetto ad altri analoghi, è disponibile in una vasta gamma di colori tra i quali spicca la finitura in bianco, puro e neutro. 

È un materiale ecologico, dato che può essere riciclato al 100%. Tutti i prodotti realizzati in KRION possono essere rilavorati e riutilizzati nel ciclo produttivo.

 

Guida agli accessori della cucina e delle parti meccaniche

Si tratta di tutti quegli elementi con cui abbiamo a che fare ogni giorno quando utilizziamo la nostra cucina. Cerniere, cassetti, sistemi di apertura ed estraibili, oltre ad un sacco di accessori che la rendono davvero pratica e organizzata al meglio!

Stiamo parlando delle varie tipologie di apertura delle ante che può essere a spinta, premi e apri, a ribalta, basculante e scorrevole oltre a tutti i cassetti estraibili e l’illuminazione.

Le cerniere, robuste, snodabili, con ammortizzatori integrati e anche colorate. Un elemento fondamentale per l‘apertura delle ante. Un cerniera di qualità garantisce migliaia di aperture e ha una lunga durata nel tempo, comunque sempre facilmente sostituibile

Le cerniere sono un componente importante per avere una cucina durevole nel tempo. Pensate a quante volte durante il giorno apriamo e chiudiamo un’anta di una base cucina piuttosto che di un pensile.

Le più comuni sono quelle a vista all’interno del contenitore, ma in commercio si trovano anche modelli ad incasso e altre dedicate alla chiusura a ribalta. In ogni caso le cerniere devono essere scelte in base a peso, dimensione e materiale delle nostre ante.

Precise e silenziose, oggi le nuove cerniere per mobili cucina vengo prodotte anche con sistemi integrati di chiusura ammortizzata.

Funzionali e con un design decisamente più convincente rispetto a qualche anno fa, sono disponibili anche in diverse colorazioni.

Per garantire la buona funzionalità ​le cerniere della cucina ​vanno regolate periodicamente, semplicemente utilizzando un cacciavite sulle relative viti di regolazione.

I sistemi per ante a ribalta 

I sistemi per ante a ribalta portano un elevato comfort del movimento nell’apertura del pensile.

Diverse le tipologie di apertura, le più comuni sono: l’anta a soffietto, l’anta basculante, l’anta ad apertura verticale, l’anta a ribalta standard o vasistas.

L’anta a soffietto viene utilizzata per l’apertura di ante di grandi dimensioni e particolarmente alte, consente di lasciare il frontale esattamente dove desideriamo.

L’anta basculante viene utilizzata con frontali mono-pezzo di grandi dimensioni che si sollevano sopra il corpo del mobile.

In questo modo si ottiene un accesso confortevole all’interno del mobile.

L’anta ad apertura a ribalta è probabilmente la soluzione più comune dopo la semplice chiusura ad anta battente. 

Grazie al movimento dell’anta a ribalta il frontale aperto necessita di un ingombro ridotto verso l’alto.

L’anta ad apertura verticale viene solitamente proposta nelle ante di piccole dimensioni, il frontale in questo caso viene aperto verso l’alto in posizione parallela al pensile.

È una soluzione ideale per i mobili a colonna o i pensili con frontali sovrastanti. L’anta si solleva completamente oltre il campo di movimento dell’utilizzatore e può rimanere sempre aperta mentre si cucina.

Le migliori aziende propongono questi sistemi di apertura anche nella versione con supporto elettrico per il controllo del movimento che garantisce una più comoda e silenziosa chiusura degli sportelli.

I cassetti

Comfort, stabilità, facilità di scorrimento e design accattivante, queste le principali caratteristiche dei cassetti presenti nelle migliori cucine.

Sponde sottili per i cassetti e rialzate per i cestoni, sono prodotti in diverse colorazioni oltre che in acciaio inox.

Alcune aziende permettono la personalizzazione con parte del corpo del cassetto in vetro piuttosto che in legno o pietra.

Sempre combinati con un sistema di guide a scomparsa e ad alta portata (fino a 70 kg) combinano silenziosità ad un’estrazione totale con chiusura ammortizzata del cassetto.

Disponibili anche nella versione elettrificata con apertura premi e apri, questa soluzione è particolarmente apprezzata nelle cucine minimali.

Sistemi di suddivisione sempre più evoluti permettono numerose combinazioni all’interno dei cassetti.

Telai metallici si inseriscono rapidamente e sono posizionabili a piacere. Il fissaggio a magnete e i piedini antiscivolo ne assicurano la perfetta stabilità.

Coperchi, pentole, posate, provviste, tutto sarà organizzato in modo sicuro e ordinato.

Le pedane

Un nuovo spazio di stivaggio ricavato nello zoccolo consente di celare un cassetto con una pedana estraibili. Quest’ultima permette di raggiungere i pensili più alti o ai bambini di aiutare in cucina con facilità e in assoluta sicurezza.

Progettato per mobili davvero su misura permette di sfruttare completamente ogni angolo della cucina.

Gli estraibili

Cestelli estraibili pratici, leggeri e di design.

Sempre più spesso presenti in cucina, vengo utilizzati per contenere coltelli, bottiglie, spezie, sacche porta pane, detersivi e persino scolapiatti.

Disponili nelle versioni per basi standard e ad angolo, colonne e pensili, si inseriscono facilmente in ogni modulo della cucina.

La raccolta differenziata

Che sia un cestone dedicato alla raccolta differenziata, piuttosto che un’intera base cucina, troveremo diverse soluzioni per i nostri rifiuti, come secchi estraibili e bidoni con coperchio, disponibili in diverse forme e dimensioni, per trovare la combinazione più adatta al tuo spazio.

 

Il dissipatore tritarifiuti

Accessorio non indispensabile, ma estremamente comodo, è il tritarifiuti da lavello.

Questo dissipatore consente di eliminare gli scarti e gli avanzi di cibo senza doverli buttare nel secchio della spazzatura. Azionato da un apposto pulsante, il tritarifiuti macinerà gli scarti che finiranno giù per lo scarico del lavello.

È una soluzione molto pratica, che aiuta a mantenere la cucina priva da odori evitando l’accumulo solitamente presente nella raccolta differenziata che, a volte, soprattutto nel periodo estivo, può attirare insetti e parassiti.

I Led

Illuminare la cucina con luci a Led è una tendenza sempre più diffusa, grazie a pratiche soluzioni in grado di garantire una sensibile riduzione dei consumi energetici.

Le strisce a Led e i faretti ad incasso in cucina, sono tra le soluzioni preferite e più utilizzate per una buona illuminazione del piano lavoro e valorizzare i rivestimenti a parete.

Sistemi di illuminazione integrati nel mobile ti aiutano a trovare subito quello che cerchi sia che tu apra un cassetto piuttosto che un’anta.

Gli elettrodomestici

Infine un piccolo focus sugli elettrodomestici.

Per considerare una cucina di qualità, è bene fare attenzione anche all’acquisto degli elettrodomestici. Le soluzioni sul mercato sono delle più diverse, ma la migliore qualità da considerare è il basso consumo energetico a parità di prestazione.

È bene scegliere sempre elettrodomestici come frigo, lavastoviglie e forno di classe A.

Per quanto riguarda il piano cottura, invece, se si vuole fare una scelta del tutto innovativa e green, è bene direzionare l’acquisto su un piano a induzione. Questo non solo è funzionale ma anche bello da vedere. Si tratta di piani in vetroceramica in grado di assolvere le sue funzioni in un tempo dimezzato rispetto ai classici fornelli a gas.

Cucina in serie o su misura?

Se il compromesso, dal punto di vista delle finiture e dei piani da lavoro, ci soddisfa, possiamo scegliere di acquistarne una componibile, progettandola secondo i nostri spazi.

Il discorso cambia quando ci si trova a scegliere una cucina artigianale.

A questo punto saremo noi a capire come realizzarla, a scegliere i materiali da utilizzare per la struttura e la parte visibile. Poiché si tratta di un prodotto realizzato in falegnameria e completamente su misura, il vantaggio è subito evidente: si potrà contare su una consulenza personalizzata in base alle proprie esigenze, scegliere i migliori materiali e componenti, per realizzare una cucina che durerà tutta una vita.

Suggerimenti per scegliere una cappa da cucina

La cappa è un elettrodomestico che permette di depurare l’aria da fumi e vapori emessi durante la cottura dei cibi.

Sempre più efficaci e silenziose, dalle forme insolite e realizzate con materiali di pregio, sono anche oggetti di design.

In fase di acquisto è importante valutarne la tipologia, il modello, le dimensioni e la potenza, i materiali e il risparmio energetico, il design.

Cappa aspirante o filtrante

Per prima cosa dovremo scegliere tra una cappa aspirante o filtrante.

La differenza è intuibile: la prima aspira i fumi che attraverso una tubazione vengono espulsi all’esterno dell’abitazione, la seconda invece purifica l’aria tramite appositi filtri e la riemette in circolazione nell’ambiente.

Solitamente si predilige la cappa aspirante così da eliminare completamente fumi, vapore e odori; questa soluzione però necessità di predisporre una tubazione a parete o su elementi in cartongesso prima dell’installazione della cucina.

Le cappe filtranti invece sono accessoriate con appositi filtri a carboni attivi, che per un corretto utilizzo dovrebbero essere sostituiti almeno una volta all’anno.

Esistono poi in commercio le cosiddette cappe miste, modelli che combinano entrambe le funzioni. I filtri possono essere di vario tipo: in acciaio inox, progettati per rimuovere le particelle di grasso e a carboni attivi, per depurare dagli odori.

Scegliere il modello

A parete

L’installazione di questa cappa avviene adiacente al muro, in corrispondenza con i fornelli, in modo da coprirne l’estensione.

A isola

Questa cappa è stata pensata per adattarsi ai piani delle cucine ad isola: se il piano cottura è posizionato al centro della stanza, anche questa cappa troverà spazio installata al soffitto, proprio sopra i fornelli.

Ad angolo

Trova spazio tra due pareti adiacenti, occupando quindi un angolo della stanza per coprire un piano cottura in posizione angolare, corrispondente alla cucina che si sviluppa su due lati.

A soffitto

La cappa a soffitto fornisce alla cucina anche il valore di un punto luce importante: viene posizionata al centro della stanza o contro la parete, naturalmente sopra il piano cottura, e viene installata nel contro soffitto.

A scomparsa

Creata appositamente per cucine distanti dal muro, sia a penisola che posizionate al centro della stanza, è installata direttamente sul top del piano cottura, facente parte del corpo della cucina.

A sospensione

Questa cappa dal forte impatto estetico risalta nell’ambiente non solo come fonte aspirante, ma anche come elemento distintivo di design: viene installata a soffitto sopra il piano cottura e rimane in sospensione, esattamente come un lampadario.

Sul piano cottura

La cappa è perfettamente integrata nel piano cottura e svolge la sua funzione di aspirazione dal basso, tramite le bocche aspiranti poste vicino ai fuochi, portando fumi e odori ad essere smaltiti nel corpo della cucina.

Ad incasso su pensile

In caso di cucine con dimensioni contenute, è possibile optare per le più funzionali cappe a incasso o a scomparsa.

Questa soluzione integra l’elettrodomestico nella parte sottostante di un pensile, permettendo di sfruttare così anche buona parte del mobile che la contiene.

Dimensioni e potenza

In fase di acquisto dovremo anche considerare la larghezza della cappa che dovrà essere uguale o superiore a quella del piano cottura, ma non inferiore.

Solitamente le dimensioni di una cappa a parete variano tra i 60 e 120 cm, ma in commercio troviamo anche modelli con misure diverse.

Una caratteristica molto importante è la capacità di aspirazione dell’elettrodomestico, o portata, che viene misurata in metri cubi orari e viene proporzionata in base al volume dell’ambiente in cui viene inserita e alla frequenza d’uso.

La cappa deve infatti garantire un ricambio minimo dell’aria pari a circa 6-8 volte il volume dell’ambiente.

Esempio: per una cucina di volume (superficie x altezza) di 50m³, il calcolo da fare sarà 50×10 = 500 m³/h.

Il valore di 500 metri cubi/ora rappresenta la portata d’aria minima della cappa adatta alla tua cucina.

Materiali e risparmio energetico

L’acciaio inox è indubbiamente la soluzione più diffusa, il materiale è molto resistente alla corrosione, igienico e duraturo, resiste alle alte temperature, all’acqua, l’umidità, lo sporco e il grasso.

Per contro, se non accuratamente pulito ed asciugato, può essere soggetto ad aloni.

Il consiglio è di pulirlo con acqua e sapone o detersivo neutro utilizzando una spugnetta non abrasiva; dopo il risciacquo si deve asciugare con un panno morbido per evitare che si formino macchie da ossidazione.

Per le finiture è particolarmente diffuso il vetro temperato, rafforzato attraverso specifici processi di lavorazione, esteticamente molto apprezzato, disponibile anche con simpatiche decorazioni.

Sempre più diffuse sono le cappe con illuminazione a Led, spesso dotate di pulsantiere touch, che con motori di aspirazioni sempre più performanti e silenziosi contribuiscono a contenere i consumi di energia elettrica.

Per un deciso risparmio energetico sarà bene optare per un modello in classe A.

Anche l’occhio vuole la sua parte! Ecco perché il design è importante in una cucina, Fortunatamente oggi il mercato offre un’ampia varietà di cucine, per ogni stile di arredamento.

Le cucine ultramoderne

Deviando dal concetto di cucina tradizionale per creare delle unità funzionali in comunicazione tra loro con modelli epocali e un design sofisticato, questo offre un nuovo stile di vita.

Enfatizzando la combinazione di materiali misti, selezionati per soddisfare ogni funzione essenziale, e che utilizza per la prima volta rivestimenti per le ante, creando la sensazione di finiture artigianali di alta qualità dei mobili per l’arredo della cucina

Modelli con una struttura a sbalzo che generano un senso di galleggiamento e tensione, che modifica drasticamente l’immagine convenzionale dello spazio. La soluzione è arricchita artisticamente dall’applicazione di decori che completa integrazione della cappa.

Realizzate per un pubblico elegante e raffinato, le cucine Armony rappresentano uno dei fiori all’occhiello delle cucine di design. I materiali pregiati, dal legno alla pietra, vengono sapientemente lavorati per dare forma a cucine dal design elegante ed essenziale dai profili puliti, quasi tendenti al minimalismo.

Lavorazioni artigianali di alta fattura, utilizzo di materiali di altissima qualità, tecnologie ultramoderne, attenzione progettuale riservata ad ogni singolo dettaglio, inserimento di elementi di design unici nel loro genere… stiamo parlando delle cucine di lusso per andare ad immergerci nell’esclusivo universo dove magnificenza e regalità rappresentano i tratti distintivi.

Abbiamo selezionato per voi i modelli delle cucine di lusso Armony, cucine ispirate ad uno stile moderno, che vi permetteranno di scoprire in maniera pratica quali sono le molteplici possibilità e soluzioni di arredo alle quali ispirarsi.

Se siete alla prese con la progettazione della cucina dei vostri sogni, o semplicemente desiderate fantasticare un po’ sulla materia, la nostra galleria dedicata alle cucine di lusso vi conquisterà al primo sguardo

Vi state chiedendo quale cucina scegliere per la vostra casa e come orientarvi in questo affollato universo progettuale? Se la risposta è positiva allora con ogni probabilità troverete utile questo post volto a presentarvi una selezione delle migliori.

Se avete intenzione di acquistare una cucina destinata a durare nel tempo, che vada quindi a garantire una perfetta comunione tra desing e qualità, Armony è la cucina che fà per voi.

Senza dimenticare una particolare attenzione al design ed all’estetica, qui avrete modo di scoprire una delle aziende leader del settore di mobili per l’arredo della cucina, e sicuramente sinonimo di sicurezza.

 

Tecnologie e manifattura.

Cura dei dettagli ed un’attento studio degli spazi si traduce nello sviluppo di tecnologie volte a migliorare la qualità di movimento. Il trionfo dell’ergonomia combinata alla tecnologia prende forma ad esempio in sistemi con sensori di movimento che consentono di aprire e chiudere il rubinetto senza neppure sfiorarlo.

Accendere e spegnere la luce con altrettanta facilità, avere a disposizione sistemi a scomparsa che permettono di avere all’occorrenza a portata di mano attrezzi e accessori.

Armony è riuscita a coniugare perfettamente nel corso del tempo le più moderne e sofisticate tecnologie. Il risultato è la produzione di cucine di lusso dove nessun dettaglio o particolare viene lasciato al caso, tutti i progetti sono completamente personalizzabili per dare forma a qualsiasi tipo di desiderio.

Funzionalità al servizio del design e della qualità . Questa è la filosofia di Armony, in fatto di progettazione ed arredamento per cucine. Potrete ammirare alcune soluzioni che, come è facile immaginare, potranno essere personalizzate.

Eleganti e progettate per integrarsi con naturalezza al living, le cucine Armony garantiscono il massimo in termini di scelta dei materiali nonché in fatto di organizzazione. Potrete scegliere tra modelli marcatamente minimal e soluzione dal carattere moderno e contemporaneo.

Materiali eclettici, stili rivisitati, tecnologia futuristica: le Cucine moderne Armony trasformano il luogo più vissuto della casa in un ambiente esteticamente ricercato, da vivere e mostrare.

Progettate per lavorare in funzione della praticità per rendere la cucina sempre più semplice da pulire e da tenere in ordine, ma allo stesso tempo crea nuove tendenze per attirare lo sguardo e rendere il convivere il fulcro di tutta la casa.

Sempre più spesso parte di una zona giorno è parte di un ambiente unico col soggiorno, le cucine moderne sono eleganti, originali e con un tocco tecnologico.

La tendenza è sicuramente l’isola: operativa o meno, è una tentazione a cui pochi riescono a resistere. Il nuovo trend è sicuramente il piano di lavoro a cascata, ovvero il proseguimento del top anche sui fianchi dell’isola, fino a terra, per un effetto minimal da lasciare a bocca aperta.

Sopra l’isola, non può mancare poi una cappa di design: bandite le vecchie forme a camino, la cappa diventa una vera e propria opera d’arte, con forme stravaganti a sospensione.

Un occhio di riguardo anche ai sistemi di apertura: scompaiono definitivamente le maniglie per fare spazio ad ante a scomparsa, leggere e dinamiche. Addirittura, in alcuni casi, è l’intera cucina a essere nascosta, con grandi portelloni scorrevoli, come un semplice armadio a muro.

Mascherati anche gli elettrodomestici, sempre più tecnologici e interconnessi, con il ritorno dei frigoriferi ad incasso e dei piccoli elettrodomestici all’interno di pensili e mobili.

Diventano ben evidenti, invece, le stoviglie, grazie a mensole, credenze, vetrinette a vista, e il paraschizzi, con lastre in gres asimmetriche e di grandi dimensioni che sorpassano il tradizionale paraschizzi orizzontale.

I piccoli dettagli diventano, poi, fondamentali in una Cucina ultramoderna, luci sottopensile a led, lavello integrato nel top, rubinetti estendibili, elementi contemporanei accostati a quelli vintage e tavoli eclettici rivoluzionano il mood dell’ambiente, rendendolo personale, funzionale e sofisticato.

Perchè Acquistare Una Cucina Moderna

Acquistare una cucina moderna “specie se personalizzata”, permette di mantenere altissima la qualità degli standard produttivi, la cucina è un ambiente complesso, questo è il concetto.

Per questo, la sua progettazione non può essere improvvisata, ma deve essere realizzata da seri professionisti.                                                                                    Qual è la cucina più funzionale: parallela, lineare o a “triangolo”? Secondo una teoria ampiamente collaudata, le cucine più funzionali sono quelle in cui queste tre “postazioni” si trovano equidistanti tra loro, meglio ancora se formano un triangolo che agevoli il passaggio continuo dall’una all’altra.

 

Si tratta delle zone in cui avviene la cottura (fornelli e forno), la pulizia (lavello) e la conservazione (frigorifero) degli alimenti.

Le statistiche di vendita dicono che, in cucina, lo stile moderno ha definitivamente superato quello classico. Possono nascere così audaci accostamenti tra colore e materia, a volte anche inusuali, ma che aprono ad uno stile originale e al passo coi tempi

Nelle cucine moderne, si fa uso di un massiccio utilizzo di tecnologia, questo perchè nelle cucine moderne vengono integrare apparecchiature in aggiunta al classico pacchetto elettrodomestici.

Ci riferiamo, ad esempio, ai microonde ad incasso, alla macchina del caffè o alla cantinetta dei vini. Inoltre, la scelta degli elettrodomestici è più ampia sia per finiture d’arredo (acciaio in primis, ma anche fragranite nelle sue varie interpretazioni).

Il termine fragranite deriva dalla fusione del nome del marchio Franke, che lo ha ideato, con il sostantivo granite, ovvero semplicemente granito tradotto in lingua inglese.
Si tratta, infatti, di un materiale composito, costituito per l’80% da polvere e particelle di quarzo (granito naturale) e per il 20% da una resina acrilica atossica particolarmente dura.

Questa miscela è uno dei materiali più duri, resistenti e duraturi, è impermeabile, igienico e facile da pulire; non teme nè graffi nè urti e neppure il calore fino a 280°

E’ perfetto in ambito moderno, perchè sa rendere ciò che si spende, combinando al meglio eleganza e funzionalità.
Interessante anche la sinergia con i piani di lavoro a livello design, con la possibilità di installare lavello e piano cottura filotop e sottotop, in modo da accentuare la ricercatezza della composizione.

VARIETA’ DI SCELTA

Le opzioni di scelta, quando si parla di cucine moderne, sono tantissime e ciò permette una personalizzazione dell’ambiente totale.

Questa versatilità apre anche all’affermazione dei trend del momento, perchè poi “moderno” può significare Industrial, stile nordico o minimal: insomma, non è difficile ricreare ambienti in cui esprimere la personalità e il carattere di ognuno, facendo leva appunto sulla scelta meticolosa degli elementi d’arredo, dei complementi e degli accessori.

 

Chi è intessato ad un maggiore ragguaglio sull’argomento, può visitare il sito dal Desktop. Può trovare maggiori informazioni tramite link, sui prodotti e sui servizi con relative immagini.